Categorie
Salute&Società

Nutri-Score… un semaforo sul cibo

A quanto sembra, anche sul cibo abbiamo un semaforo… delle regole… dei limiti. Un qualcosa che aiuta più o meno a saper scegliere. Salutare? Il semaforo o le varie risorse alimentari?

E’ assurdo, a mio avviso, che all’interno di un supermercato in cui io mi reco a comprare dei prodotti alimentari, io sia indotto a trovare quest’ultimi con un bollino rosso, ovvero da non acquistare perché non salutare. Ora, la domanda di fondo è la seguente: che senso ha produrre degli alimenti e commercializzarli quando poi vengono etichettati con un bollino giallo, arancione o rosso?

Photo by Sponchia on Pixabay

Se oggi la politica italiana ci presenta un Matteo Salvini furioso, online spunta già uno dei primi siti web per poter consultare i vari prodotti e capire se i rapporti nutrizionali possono essere posizionati su una categoria piuttosto che un’altra. Ecco il link di riferimento: https://it.openfoodfacts.org

Certamente fa sorridere dunque come in Europa si produca e commercializzi prodotti che poi vengono etichettati su una scala alfabetica e cromatica mentre nei paesi del Terzo Mondo esistano bambini o persino intere popolazioni cui cibo lo possono vedere con il binocolo. Per non parlare dei numerosi clochard o poveri presenti in ogni nostra città. E pensate alla colletta alimentare. I volontari o persino la Caritas, come divideranno i generi alimentari? Anche seguendo i vari colori?

Pure su questo fronte alimentare, dove possiamo cercare di intravedere una visione più centrale delle cose? Sicuramente mettendosi una mano sulla coscienza e facendo appello a tutte le istituzioni al fine di controllare le aziende produttive per “sfornare” prodotti salutari e mettendo a disposizione gli stessi prodotti alle varie popolazioni che, talvolta, soffrono persino per la mancanza di acqua.